Liverpool, a Belgrado per vincere tra le tensioni politiche

Posted By on Nov 6, 2018 | 0 comments


Oliver Jones  Dopo la spumeggiante vittoria per 4-0 nell’ ultimo turno di Champions League, il Liverpool, cercherà di bissare il successo dell’andata nella giornata odierna, che vedrà i Reds scendere in campo durante l’anticipo delle 19 in Serbia contro la stella rossa di Belgrado. Il pre-partita del match è stato fortemente scosso dalla scelta di Jurgen Klopp di non convocare Xherdan Shaqiri per motivi di sicurezza. Il calciatore Svizzero di origini Albanesi si era infatti macchiato del “peccato” di aver esultato mostrando con le mani il simbolo dell’ Aquila Albanese durante il match estivo dei mondiali fra Svizzera e Serbia, rievocando così tensioni politiche pluridecennali. Inutile dire che la tifoseria Serba non l’abbia presa benissimo. Dopo svariate speculazioni sull’ impiego dell’ala Svizzera Klopp ha optato per lasciare la propria ala a Liverpool motivando la sua scelta dicendo che “ Abbiamo sentito e letto le speculazioni sul tipo di ricevimento che Shaq potrebbe ricevere, ed anche se non abbiamo idea di cosa possa succedere, vogliamo poter andare a Belgrado ed essere concentrati al 100 % sul calcio e non avere altro a cui pensare.” La decisione del tecnico Tedesco ha fatto ampiamente discutere in quanto nonostante la trasparenza del fatto che Klopp agisca negli interessi della squadra e della società, l’esclusione di Shaqiri di fatto fa “prevalere” il “terrorismo psicologico” degli Ultra della Stella Rossa sulla fiducia nell’amministrazione della Uefa e delle forze dell’ordine Serbe. Inoltre, è indubitabile come la giornata in cui uno sportivo professionista sia impossibilitato dallo svolgere il proprio lavoro a causa di minacce fisiche da parte di fazioni di tifosi e gruppi politici, sia una giornata buia per tutto lo sport. Una vittoria nella sfida odierna proiettere Tatticamente il Liverpool dovrebbe schierarsi con il solito 4-3-3 ultra offensivo con Fabinho (che ha finalmente trovato continuità di minutaggio,anche se reduce da una partita negativa con l’ Arsenal) , Lallana ed Henderson (tornato ad allenarsi dopo l’infortunio ma con ancora 0 minuti nelle gambe dal 20 ottobre) in ballottaggio per una maglia da titolare a centrocampo. Nel reparto offensivo invece, seppur improbabile, non è del tutto da escludere una presenza dal primo minuto di Daniel Sturridge che permetterebbe ad uno dei fantastici 3 d’ attacco un turno di riposo. Tecnicamente i valori a disposizione delle due squadre sono a stento paragonabili con il Liverpool che è qualitativamente di gran lunga superiore alla squadra Serba come la gara dell’andata ha ampiamente testimoniato. Tuttavia l’ atmosfera che i tifosi della Stella Rossa sono capaci di creare è un elemento che potrebbe inibire la squadra Inglese se essa non dovesse approcciare la partita con la mentalità giusta. Giocare a Belgrado è sempre un incognita, e nonostante sulla carta non ci sia paragone fra le due formazioni, sul campo, il Liverpool potrebbe incappare in qualche difficoltà in più del previsto, Napoli docet.

Submit a Comment